1877

“Il vero segreto del provolone Auricchio è nella mentalità,
nel costume antico, adattato ai tempi, ma serenamente difeso…”.

Giovanni Ansaldo

 

La storia del Provolone più buono del mondo inizia con un segreto.
Il segreto di Gennaro Auricchio, che fonda la sua azienda nel 1877 a San Giuseppe Vesuviano, vicino a Napoli.

Una ricetta esclusiva e speciale che dona al Provolone un sapore unico e inconfondibile.

 

Il successo di Auricchio inizia subito!

1900

La fama del provolone AURICCHIO si accresce, sia in Italia che all’estero, e con i primi emigranti varca l’Oceano ed arriva negli Stati Uniti.

Il provolone AURICCHIO fu per gli emigranti il simbolo concreto e quotidiano di testimoniare la fedeltà sentimentale alla terra natia.

Negli italian store di little Italy
il provolone AURICCHIO fu coronato dalla fama.

1976

Nel 1976 il Provolone Auricchio si concentra in Pianura Padana, nel moderno stabilimento di Pieve San Giacomo, alle porte di Cremona.

La produzione si incrementa, tanto da arrivare a gestire

più di 100 aziende agricole.

Qui entrano giornalmente quattromila quintali di latte “caldo”, a testimonianza che
l’approvvigionamento di latte giunge da allevamenti che sono situati al massimo entro un raggio di cento chilometri.

1992

Il 1992 è anno di crisi economica. L’allettante offerta di una multinazionale straniera, porta a mettere in vendita il 50% dell’azienda.

Ma…colpo di scena!

Il Presidente Gennaro Auricchio rileva le azioni e ricompone la proprietà in un unico nucleo famigliare.

È il rilancio di Auricchio!

1994

Nel 1994 viene potenziato e rinnovato il reparto di produzione nelle strutture di Somma Vesuviana e Pieve San Giacomo.

La parola d’ordine è innovazione!

L’inaugurazione di un concentratore di siero all’avanguardia in Europa,
porta Auricchio a essere tra le prime industrie alimentari al mondo a
gestire una produzione eco-compatibile.

1997

L’acquisizione della divisione prodotti ovini Locatelli dalla Nestlè Italia,
permette di portare internamente l’intero ciclo di lavorazione del latte ovino.

Auricchio diventa un’azienda casearia con una gamma unica sul mercato.
Completano l’opera: l’inserimento del marchio Locatelli per gli USA e la nascita del nuovo sigillo di qualità superiore

“Riserva Esclusiva Auricchio”.

1998
2001
2002

Auricchio intraprende una coraggiosa strategia di marketing.

Solo Auricchio è il prodotto originale, firmato con il marchio in rosso fino al più piccolo spicchio.

È allora tempo di pubblicità con la campagna “seriale” dal titolo “Se non lo vedi, non ci credi”.

Gli spot televisivi si susseguono con diversi testimonials del mondo dello spettacolo, che si riforniscono di Auricchio Giovane, delle Mezzelune e delle Caciotte Auretta e Saracino facendo breccia nei cuori degli spettatori.

2007

Auricchio dimostra di essere inimitabile anche nella strategia di comunicazione.

È il 130° anniversario dalla nascita del famoso “caglio speciale” e per quest’occasione viene stampato “Auricchio 1877-2007: 130 anni di storia”, un volume celebrativo in cui vengono descritte le tappe salienti del successo aziendale attraverso le esperienze di vita dei protagonisti.

2011

Insieme all’agenzia Gooseneck prende il via una nuova idea di comunicazione, che prevede una nuova campagna televisiva, un nuovo sito e, attraverso la collaborazione con Simone Rugiati, un nuovo modo di mangiare l’Auricchio: versatile e gustoso ingrediente per arricchire ricette di ogni tipo.

“Auricchio. Fatto a mano. Da sempre.”

è il nuovo claim che accompagna questo articolato progetto.

2012

A Gennaio 2012 una nuova importante acquisizione: lo stabilimento ed i marchi della GIOVANNI COLOMBO S.p.a, storica azienda di produzione del celebre gorgonzola CREMIFICATO®.

Obiettivo principale: sviluppare il marchio COLOMBO per valorizzarne ancor più la gamma di prodotti sia in Italia che all’estero.

2015

Il 31 Dicembre 2014, Auricchio acquisisce il 100% della società The Ambriola Company, uno dei più grandi importatori e distributori di formaggi italiani negli USA.

Una scelta di marketing strategica e un segnale importante per tutto il comparto agroalimentare italiano.

2017

Il 2017 è un anno molto importante per Aurucchio: l’azienda celebra il suo 140° anniversario. Una ricorrrenza che ci rende orgogliosi di rappresentare da quattro generazioni una tradizione casearia artigianale dai sapori antichi ed unici.